05 luglio, 2013

Viking Knit chain



L’aspetto che più apprezzo dell’artigianato è sperimentare tecniche nuove , spostare i propri limiti ogni volta un po’ più in là , mettere alla prova le proprie capacità e spaziare attraverso modi differenti di creare “gioielli” fino a trovare quello che esprime al meglio la propria creatività. Con questa curiosità ed entusiasmo mi sono avvicinata al Viking Knitting ,una tecnica antichissima risalente appunto ai Vichinghi,una sorta di tessitura che non avviene nè con l'ago nè con l'uncinetto,ma con il filo stesso . I primi gioielli realizzati con questa tecnica furono ritrovati in Scandinavia e gli attrezzi impiegati per crearli erano press’a poco simili a quelli odierni , seppur rudimentali . The Viking Knitting , usata dalle popolazioni scandinave  non solo per creare gioielli , ma anche capi di abbigliamento , consiste nel creare delle catenelle intorno ad un mandrel ,ossia un tassello in legno( va bene qualsiasi oggetto che abbia una forma tonda ), che  a lavoro concluso vengono tirate attraverso una trafila di legno , "drawer plate",affinchè il lavoro realizzato si stringa e la catena diventi più flessibile . Il filo più comunemente usato è il silver e il rame da 0,5 mm , ma per i più esperti è possibile adoperare il filo da 0,8 mm ,impiegando una notevole forza per lavorarlo…il risultato però non delude mai. In foto il mio primo timido tentativo di Viking Knitting… ottenuto con un “ drawer plate  “ e un mandrel realizzati da mio marito (che cerca di accontentare come può le mie richieste di attrezzi fai da te…) :due cerchi semplicissimi in rame in cui ho infilato il filo lavorato secondo questa tecnica… il tutto ossidato con ammoniaca .  Cosa ne pensate? 
 Mi aspetta un fine settimana creativo con le commissioni che reclamano la mia attenzione… e quindi scappo augurando a tutte voi un fine settimana creativo!
Disponibili su Artesanum e Dawanda.
p.s. Google Reader chiude i battenti ,a quanto pare,  e sarà sostituito da Bloglovin'…vi invito a seguirmi cliccando qui, dove troverete tutte le info necessarie per seguire questo blog ,ma anche tutti i blog a cui siete iscritti.

11 commenti:

  1. Sempre precisa ed esauriente nelle tue spiegazioni...interessante questa tecnica e ottimo il risultato...bravissima!!!Buon lavoro...un abbraccio, Mari.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mariiiii buon lavoro anche a te.

      Elimina
  2. Ciao Iaia, molto belli gli orecchini e la tecnica
    è moooolto interessante! Non ne avevo mai sentito
    parlare prima d'ora e la trovo già intrigante!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Aldina...è una tecnica tutta da scoprire ...

      Elimina
  3. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  4. Vedendo in rete la foto di questi orecchini non ho potuto "tacere" e non lasciare un commento: stupendi, complimenti!! E mi hai anche incuriosita tantissimo sulla tecnica vichinga :-) Un saluto, silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Silvia,sei stata davvero gentilissima!!!!

      Elimina
  5. idem vado a vedere di cosa si tratta...anch'io non conosco questa tecnica e sono mooolto curiosa :)

    Gli orecchini sono bellissimi e originali ;)

    RispondiElimina
  6. meravigliosi questi orecchini, bravissima!

    RispondiElimina
  7. Mi piace moltissimo questa declinazione del rame!
    La vedrei perfettamente abbinata a qualcosa di un po' rustico, delle perle in legno con un effetto distressed o a della lana chunky... brava!

    RispondiElimina
  8. grazie mille paoletta e benvenuta!

    RispondiElimina

Grazie per essere passate nel mio blog e per avermi dedicato un attimo del vostro prezioso tempo lasciandomi un messaggio.Grazie di cuore.